SEZIONI

TEATROMOTO 2012

14 Mag TEATROMOTO 2012

Cara amica, caro amico,
il progetto Teatromoto è un intervento socio-teatrale che coinvolge la città di Poggio Picenze (AQ) con attività rivolte a diverse fasce di popolazione. Nato dall’onda emotiva suscitata dal terremoto del 6 aprile 2009, che ha distrutto la città dell’Aquila e gravemente danneggiato i paesi ad essa circostanti, il progetto è stato già operativo a partire dall’estate dello stesso anno. Il senso di questa operazione trova la sua specifica motivazione nella necessità di aiutare la popolazione del paese “preso in affido” a ritrovare la propria identità, sia sotto il profilo sociale che culturale; il terremoto, infatti, non ha danneggiato, in misura più o meno grave, soltanto le strutture portanti degli edifici, ma anche le strutture di una socialità che stenta a riprendere i suoi ritmi e non ritrova più, giocoforza, i suoi punti di aggregazione.


L’intervento dell’AGITA si rivela fondamentale laddove, lavorando in stretta collaborazione con le istituzioni e i cittadini del paese, si strutturano interventi volti a ripristinare o creare luoghi di aggregazione, momenti per stare insieme, nell’ottica anche del recupero e della valorizzazione delle tradizioni locali, altrimenti a rischio di restare sepolte sotto le macerie. Il paese diventa dunque “cuore pulsante” dell’intervento, soggetto e oggetto al tempo stesso di una programmazione compartecipata e condivisa, che vede la presenza Agita due volte all’anno, in estate e nel periodo natalizio. E’ un progetto che, sostenendosi sull’impegno e su contributi volontari, ha necessità di continuare ad operare, affinché il paese rinsaldi le sue radici e, nell’entusiasmo di una socialità ricreata, nella doppia accezione del termine, sia capace di progettare interventi, che si auspicano a lungo termine, rivolti al ben-essere dei suoi cittadini. Teatromoto è, come tale, un progetto che ha bisogno di sostenitori che credano in esso e lo sostengano economicamente, per garantire una linea di continuità tra il già fatto, l’esistente e la progettazione futura.
Ti chiediamo, allora, di adoperarti in una raccolta fondi, utilizzando i canali che più riterrai opportuni ; sul sito trovi un dvd che ripercorre, brevemente, con l’ausilio delle immagini, quello che si è fatto finora.
Molto resta ancora da fare, su una programmazione che ha bisogno di energie, tempo e denaro per trovare la sua piena esplicazione.
Puoi versare il tuo contributo sul cc. intestato ad Agita
IBAN : IT 04P 08689 02004 008010014771
Banca Credito cooperativo di Marcon e Venezia.
Grazie per il tuo impegno. Per ulteriori notizie, puoi contattarmi all’indirizzo e-mail :allombradeicipressi@virgilio.it.
La responsabile del progetto
Valeria Esposito

Dalla segreteria AGITA
Salvatore Guadagnuolo