SEZIONI

Intervista a Beatrice, dello staff

01 Ott Intervista a Beatrice, dello staff

Da quanto tempo segui Marinando?

Seguo il concorso da due anni.

Come funziona il concorso teatrale?

Una commissione segue in tutta Italia degli spettacoli fatti nelle scuole, e ne seleziona dieci. Inoltre ci sono anche degli spettacoli realizzati in paesi stranieri. Quest’anno, per esempio, parteciperanno la Tunisia, il Portogallo e la Libia.

Hai trovato difficoltà di organizzazione?

No, lo staff è molto efficiente e non ho trovato mai alcun problema. È tutto veramente e semplicemente perfetto!

Hai avuto difficoltà con i ragazzi stranieri?

Non conoscendo molto bene l’inglese, ho avuto un po’ di difficoltà nel capire la lingua. Però quest’anno, per fortuna, c’è un ragazzo della Tunisia che fa da interprete; ma ci si capisce soprattutto a gesti.

Da quanto tempo fa l’animatrice?

Da otto anni. perché penso sia bello stare con i ragazzi e cercare di farli divertire.

Cosa ti sembra degli spettacoli visti quest’anno?

Ogni spettacolo è diverso da tutti gli altri, perché ha le proprie particolarità; ma sono tutti belli, qualcuno un po’ di più, qualcuno un po’ di meno.

Ognuno di voi è specializzato in qualcosa?

Noi dello staff siamo in quindici, ma siamo divisi in gruppi: tre di noi stanno in segreteria; altri qauttro o cinque si occupano delle escursioni del mattino con i ragazzi; altri due o tre hanno un pullman e si occupano delle eventuali necessità delle scuole; infine tre o quattro di noi stanno a teatro, per aiutare le scuole ad organizzarsi per lo spettacolo

Beatrice ci ha poi detto che è l’unica di Ostuni; gli altri, essendo di Roma, finita la Settimana Azzurra, devono tornare a casa, e lei si rattrista per la partenza degli amici…


A cura di Tommaso Green e Valentina Viscovich, seconda classe, Media “Mameli”, Padova