SEZIONI

IL TEATRO DEL FARE E DEL PENSARE NELLE PROFESSIONALITÀ EDUCATIVE

IL TEATRO DEL FARE E DEL PENSARE NELLE PROFESSIONALITÀ EDUCATIVE

Incontri e Workshop per artisti, docenti, educatori, operatori sociali e culturali

 

24-25-26 maggio La Città del Teatro
Fondazione Sipario Toscana Onlus 

con il sostegno di Regione Toscana – Provincia di Pisa – Comune di Cascina
Comune di San Giuliano Terme – Conferenza dei Sindaci per l’ Educativo dell’Area Pisana

nell’ambito del Patto per il riassetto del sistema teatrale della Toscana 

Allegati:

 

Il Teatro del Fare e del Pensare nelle professionalità educative è una nuova tappa di riflessione pubblica sul rapporto fra teatro e nuove generazioni. L’iniziativa viene dopo gli appuntamenti sul ruolo odierno del teatro per l’infanzia e la gioventù nel sistema teatrale regionale e nazionale, organizzati da Giallo Mare Minimal Teatro a S. Croce sull’Arno (novembre 2011) e a Castelfiorentino (maggio 2011-marzo 2012). Momenti differenti di un percorso di lavoro che intendono rilanciare la Toscana come laboratorio di qualità a livello nazionale del teatro per le nuove generazioni, a partire dalle realtà e i territori progettualmente più attivi della nostra regione.

Gli obiettivi dei tre giorni di lavoro sono:

• Cercare una rinnovata relazione tra il teatro e il mondo dell’educazione, per imparare a costruire un condiviso orizzonte culturale e comuni prototipi progettuali; rappresentazioni, espressioni di forme e modi di un teatro del fare e del pensare per l’educazione da realizzare in contesti sociali differenziati.

• Concretizzare un polo di collaborazioni in rete tra artisti, teatri, scuole, docenti, educatori e progetti che abitano da tempo e con una identità forte i luoghi del teatro per l’educazione, in Toscana.

• Realizzare un’agenda di lavoro tra artisti, produttori ed educatori finalizzata alla progettazione di un festival con al centro le identità di quanti credono che qualità artistiche e valenze educative siano strettamente integrate e complementari nei processi di creazione teatrale per le nuove generazioni.

Il Teatro incarna uno dei luoghi “principe” dove, da secoli, si realizza l’intreccio tra linguaggi e conoscenze. L’incontro di Cascina è sfondo e occasione per riflettere su un Teatro del Fare e del Pensare che sia prima di tutto contatto con emozioni, passioni, conflitti e trasformazioni delle nuove generazioni. Un teatro del fare e del pensare che ricominci dal porre una domanda semplice ma per niente scontata: “ in che senso il teatro educa?”. Un invito a cercare risposte e porre nuove domande per comprendere che il teatro e l’educazione sono legati insieme anche quando non si vorrebbe…

 

Programma
24 Maggio

9.30 Apertura lavori

Alessio Antonelli – Sindaco Comune di Cascina
Andrea Pieroni – Presidente Provincia di Pisa
Cristina Scaletti – Assessora Cultura, Turismo e Commercio Regione Toscana

10.15 Un polo del teatro del fare e del pensare tra possibilità e fragilità
intervengono Fabrizio Cassanelli – Fondazione Sipario Toscana Onlus
Renzo Boldrini – Giallo Mare Minimal Teatro

11.00 Tavola rotonda
In che senso il Teatro Educa? operatori e artisti a confronto su metodologie e pratiche di teatro per l’educazione
coordinano Laura Gobbi – Dipartimento della Formazione,Università di San Marino
e Federica Zanetti – Facoltà di Scienze della Formazione, Università di Bologna

13.00 pausa pranzo

14.30 Idee, luoghi, interpreti di Teatro Arte e Educazione
interviene Loredana Perissinotto – Presidente AGITA

15.30 Le esperienze di teatro, arte e educazione in Toscana si raccontano. Cosa, come dove, perché
coordina Ivana Conte – Responsabile settore Teatro Sociale AGITA

18.00 Per una editoria del teatro del fare e del pensare – Agorà di discussione
confronto su nuove forme di comunicazione di contenuti e metodi del teatro per l’educazione; analisi degli strumenti operativi per quanti operano nelle professionalità educative attraverso i mezzi del teatro.

 

25 maggio
9. 30 – 18.00 Formazioni, incontri, scambi, conoscenze /workshop
Articolazione di tre workshop pratici e di discussione per intrecciare specifiche competenze e costruire un condiviso orizzonte culturale e comuni prototipi progettuali.
I workshop sono condotti da due o più figure di stimolatori e si svolgono in simultanea; è possibile partecipare ad un solo gruppo di lavoro, ogni gruppo ha un massimo di 20 partecipanti. Le iscrizioni sono aperte fino al 16 maggio

• SGUARDI

In che senso il Teatro Educa a visione, trasformazione e bellezza
Stimolano Giorgio Testa – pedagogista, Fabrizio Cassanelli – regista, attoreRenzo Boldrini – regista, attore

• INTERAZIONI
In che senso il Teatro Educa a differenza, nonviolenza, intercultura

Stimolano Gigi Gherzi – regista, attoreEnrico Euli – filosofo, psicologo

• EMOZIONI
In che senso il Teatro Educa alla poetica del corpo, fantasia, creatività

Stimolano Chiara Pistoia – attrice, danzatrice, Serena Gatti – attrice, Piera Principe – danzatrice, Mario Piatti -pedagogista

scarica il modulo d’iscrizione

…………

26 maggio 

 9.30 – 13 Ripresa dei lavori in workshop

 13.00 pausa pranzo

 14.30 – 17. 30 Presentazione degli esiti dei workshop
Verso un decalogo di idee, convinzioni, proposte e azioni per il futuro del teatro per l’educazione

Conclusioni
Silvia Pagnin – Assessora con delega alla cultura, cooperazione allo sviluppo,integrazione ed intercultura Provincia di Pisa
Silvia Innocenti – Assessora alla scuola, pari opportunità, politiche comunitarie, solidarietà fra i popoli, rapporti con l’università Comune di Cascina

 

*durante le tre giornate sarà attiva la video installazione

La Fonte meravigliosa. Bellezza…conoscenza….. teatro

videomaggio di Mario Bianchi Teatro-Città Murata (34 min)

La video installazione, attraverso diverse sequenze scelte nella storia del cinema, compie un percorso emotivo alla scoperta di come il sapere stia alla base di ogni cambiamento di sé e del mondo e di come la ricerca della bellezza, in un mondo ormai votato all’omologazione , sia intimamente connaturata ad essa. Il teatro poi, dove centrali sono l’educazione alla bellezza e alla conoscenza risulta essere una delle forme più alte del sapere.

————————————————————————————————————-

Informazioni e iscrizioni ai workshop entro il 16 maggio

Formazione – Ornella Pampana

formazione.pampana@lacittadelteatro.it  tel diretto 050 3142344