SEZIONI

DIDATTICA DELLA VISIONE – STRUMENTI E SUGGERIMENTI

DIDATTICA DELLA VISIONE – STRUMENTI E SUGGERIMENTI

PREMESSA

Per didattica della visione s’intende quell’insieme di procedimenti e tecniche finalizzate alla formazione intenzionale dello spettatore teatrale, cioè di colui che sa vedere quel particolare oggetto d’arte nato per essere visto che è lo spettacolo teatrale. (Giorgio Testa)

In Italia, studiosi e gente di teatro iniziano ad occuparsi di questo tema negli anni ottanta del secolo scorso, in concomitanza col pieno sviluppo del Teatro Ragazzi, cioè di quel teatro professionale che sceglie come suo referente privilegiato il pubblico di bambini, adolescenti, giovani.

Questa linea di ricerca e di servizio verso i giovani destinatari scolarizzati, prosegue fino ai nostri giorni con fasi alterne di consolidamento e di interesse da parte delle strutture teatrali pubbliche e private e degli organismi scolastici.

Alla fine degli anni Novanta, a questa linea si affianca la sperimentazione verso il pubblico adulto tout court, di cui comunque fanno parte docenti di ogni ordine e grado (dalla scuola dell’infanzia alla superiore), genitori, operatori teatrali, animatori, mediatori
culturali, amministratori pubblici. Il patrimonio di sperimentazione e esperienze consolidato in questi anni, non si è ancora tradotto in una pratica diffusa su tutto il nostro territorio nazionale, per motivi che conosciamo bene ma su cui è inutile soffermarsi
in questa sede.

Nel maggio del 2011, l’incontro seminariale tenutosi nei pressi di Firenze tra esperti Agita ed esperti Anrat mise in evidenza molti punti di contatto, e alcune differenze, tra le metodologie dei due paesi. Paesi di “area latina” che presentano una ricca realtà fatta di compagnie professionali e un’affinità storica nella linea pedagogica rivolta al favorire l’incontro dei giovani cittadini col teatro e i linguaggi dell’arte piú in generale.

Da entrambe le parti vi fu la consapevolezza dell’importanza di questi percorsi e la volontà di presentare, a quanti interessati, i risultati e le problematiche. Si è concordato, allora, di darne visibilità, e per questo ci è sembrato utile offrire agli ospiti di IDEA/Paris 2013 questa nostra riflessione, accanto all’atelier “La scuola dello sguardo” che abbiamo proposto per affrontare, nella pratica, la Didattica della visione/Ecole du spectateur.

Loredana Perissinotto
Presidente Agita

download pdfDIDATTICA DELLA VISIONE – STRUMENTI E SUGGERIMENTI

download pdfVIEWING DIDACTICS – INSTRUMENTS AND SUGGESTIONS