SEZIONI

Blog

Il Teatro le Maschere, attraverso Oltrescena-sportello per un uso didattico dello spettacolo, da qualche anno sperimenta modalità di formazione del pubblico della scuola, attraverso l’organizzazione di incontri in classe prima e dopo la visione degli spettacoli e la produzione di vari materiali di lavoro, al fine di rendere davvero consapevole, partecipata e aperta l’esperienza della fruizione teatrale per gli insegnanti e per il giovane pubblico. In quest’ottica è lieto di ospitare la presentazione del libro:

a teatro? non ci vado più

"a teatro? non ci vado più"

esperienze di formazione dello spettatore raccontate da Paolo M. Albani

Teatro Le Maschere Via A. Saliceti 1/3 mercoledì 28 aprile ore 17.00

Teatro Le Maschere

Il Teatro le Maschere, attraverso Oltrescena-sportello per un uso didattico dello spettacolo, da qualche anno sperimenta modalità di formazione del pubblico della scuola, attraverso l’organizzazione di incontri in classe prima e dopo la visione degli spettacoli e la produzione di vari materiali di lavoro, al fine di rendere davvero consapevole, partecipata e aperta l’esperienza della fruizione teatrale per gli insegnanti e per il giovane pubblico. In quest’ottica è lieto di ospitare la presentazione del libro:

a teatro? non ci vado più

"a teatro? non ci vado più"

esperienze di formazione dello spettatore raccontate da Paolo M. Albani

Teatro Le Maschere Via A. Saliceti 1/3 mercoledì 28 aprile ore 17.00

Teatro Le Maschere

Dal 18 al 25 aprile 2010 un gruppo di adolescenti, accompagnati da operatori e formatori di Agita, sarà presente al 2d European School festival ad Atene. La partecipazione nasce per offrire un’occasione, una chance, una possibilità di interscambio culturale ad un gruppo di adolescenti: prerogativa di Agita nell’ottica del discorso di formazione che porta avanti da tempo, in varie forme e luoghi.

Il 2 ° Festival della Scuola Europea di Teatro e Performance apre le porte nella primavera 2010 - invece di novembre 2009, come era previsto, per ragioni di prevenzione contro il virus della nuova influenza.

In particolare, dal 17 al 25 aprile, il Comune di Ilioupolis diventerà un luogo di incontro e festa per gli studenti europei, offrendo ospitalità a gruppi scolastici di 6 nazioni, al fine di presentare le loro ricerche artistiche e condividere le esperienze preziose di dialogo interculturale sui problemi dei giovani nel mondo d'oggi.

Gli studenti della scuola primaria Ośrodek działań Tworczych "Swiatowid '" provenienti dalla Polonia, prenderanno parte con il gioco "una fotografia". Presenteranno un adattamento del racconto di Hans Christian Andersen «The Emperor's New Clothes", intitolato "Un ritratto." L'idea alla base del progetto è simile con quello della storia, vale a dire la beffa di un comportamento vile.

Dall'Italia, gli studenti di scuole superiori e in particolare di AGITA Teatro, parteciperanno con un gioco dal titolo "Angeli", che si occupa della rivoluzione dei giovani a un mondo pieno di ipocrisia.

Dalla Grecia , gli studenti del Liceo 1 ° Ilioupolis, parteciperanno presentando lo spettacolo "Perché sono venuto a tarda notte Sabato". Lo spettacolo tratta le forme di violenza che esistono nella società moderna.

Dalla Francia, gli studenti del Liceo Louise Michel presenteranno lo spettacolo "La caduta di Troia". Si tratta di un dramma in cinque atti con un prologo e un epilogo, in cui Ettore ha un ruolo primario nella trama e la soluzione del dramma. La guerra si svolge di fronte agli Dei dell'Olimpo.

Dalla Finlandia , gli studenti del Liceo Comprehensive School presentano lo spettacolo "Piece of Kalevala" (Il Kalevala mito). Tema centrale: l'interazione di miti antichi e del presente.

Quest'anno, inoltre, l'evento apre le frontiere ad altri continenti ed estende le tematiche e le dinamiche del festival verso importanti questioni sociali e problemi globali.

I 14 studenti delle scuole superiori Palestinesi parteciperanno con lo spettacolo "La giornata tipo dei bambini palestinesi". La performance si propone di indicare l'impatto negativo che l'ostilità di Israele contro il loro paese ha nella formazione degli studenti palestinesi.

Il 2 ° Festival della Scuola Europea di Teatro e Performance apre le porte nella primavera 2010 - invece di novembre 2009, come era previsto, per ragioni di prevenzione contro il virus della nuova influenza.

In particolare, dal 17 al 25 aprile, il Comune di Ilioupolis diventerà un luogo di incontro e festa per gli studenti europei, offrendo ospitalità a gruppi scolastici di 6 nazioni, al fine di presentare le loro ricerche artistiche e condividere le esperienze preziose di dialogo interculturale sui problemi dei giovani nel mondo d'oggi.

Gli studenti della scuola primaria Ośrodek działań Tworczych "Swiatowid '" provenienti dalla Polonia, prenderanno parte con il gioco "una fotografia". Presenteranno un adattamento del racconto di Hans Christian Andersen «The Emperor's New Clothes", intitolato "Un ritratto." L'idea alla base del progetto è simile con quello della storia, vale a dire la beffa di un comportamento vile.

Dall'Italia, gli studenti di scuole superiori e in particolare di AGITA Teatro, parteciperanno con un gioco dal titolo "Angeli", che si occupa della rivoluzione dei giovani a un mondo pieno di ipocrisia.

Dalla Grecia , gli studenti del Liceo 1 ° Ilioupolis, parteciperanno presentando lo spettacolo "Perché sono venuto a tarda notte Sabato". Lo spettacolo tratta le forme di violenza che esistono nella società moderna.

Dalla Francia, gli studenti del Liceo Louise Michel presenteranno lo spettacolo "La caduta di Troia". Si tratta di un dramma in cinque atti con un prologo e un epilogo, in cui Ettore ha un ruolo primario nella trama e la soluzione del dramma. La guerra si svolge di fronte agli Dei dell'Olimpo.

Dalla Finlandia , gli studenti del Liceo Comprehensive School presentano lo spettacolo "Piece of Kalevala" (Il Kalevala mito). Tema centrale: l'interazione di miti antichi e del presente.

Quest'anno, inoltre, l'evento apre le frontiere ad altri continenti ed estende le tematiche e le dinamiche del festival verso importanti questioni sociali e problemi globali.

I 14 studenti delle scuole superiori Palestinesi parteciperanno con lo spettacolo "La giornata tipo dei bambini palestinesi". La performance si propone di indicare l'impatto negativo che l'ostilità di Israele contro il loro paese ha nella formazione degli studenti palestinesi.