SEZIONI

Assegnazione del premio L’Aquilone del Festival Mercato San Severino 25 gennaio 2019

Istituto d’istruzione superiore “Publio Virgilio Marone –
Centro sociale “Marco Biagi”
via F. Biondo
Mercato San Severino (SA)

Venerdì 25 gennaio 2019, ore 10.00

Fotogrammi dal Carcere
L’arte dell’incontro tra Teatro e Video

a cura di

 

in collaborazione con

PREMIAZIONE

Il 29 novembre 2018 la giuria composta da 12 studentesse e studenti di scuole secondarie di II grado della provincia di Salerno e da 9 ragazze e ragazzi detenuti dell’IPM di Nisida, ha proclamato vincitore di “Fotogrammi dal Carcere – L’arte dell’incontro tra Teatro e Video”, il video Scappa.
Lo spettacolo teatrale che il video documenta è stato scritto da Mimmo Sorrentino e diretto da Bruno Oliviero. Ad interpretarlo sono dieci detenuti del Reparto di Alta Sicurezza del Carcere di Asti.
I giovani in giuria ne hanno apprezzato l’incisività della narrazione e dell’interpretazione, i temi affrontati e il linguaggio teatrale, insieme poetico e diretto.
La rassegna “Fotogrammi dal Carcere” nasce dal progetto IL TEATRO DELL’INCONTRO (Nisida – agosto/novembre 2018) ed è parte integrante della XXI edizione del Marano Ragazzi Spot Festival.

L’assegnazione del premio, consistente ne L’Aquilone del Festival, verrà effettuata a Mercato San Severino il 25 gennaio 2019.

PROGRAMMA

ore 10.00
saluti Istituzionali e accoglienza delle scuole ospiti e delle ragazze e ragazzi dell’IPM di Nisida (Napoli)

ore 10.15
proiezione del video Scappa, vincitore della sezione “FOTOGRAMMI DAL CARCERE” del XXI Marano Ragazzi Spot Festival

ore 11.00
premiazione dell’autore del video Scappa, lo scrittore e regista Mimmo Sorrentino, da parte di Rosario D’Uonno, direttore del Festival;

ore 11.30
proiezione del video Il teatro dell’Incontro
sull’esperienza del fare e vedere teatro a Nisida.
Saranno presenti i formatori di AGITA che hanno condotto i laboratori

ore 11.45
Interventi degli ospiti:
Don Tonino Palmese, Dott.ssa Luisa Franzese, Dott. Gianluca Guida
conversazione tra studenti, giovani detenuti, operatori teatrali, insegnanti, ospiti dell’iniziativa.